«Lucevan li occhi suoi più che la stella.»

Inferno, Canto II.

Uno tenta di cambiare un po’, per migliorare, ma poi alla fine è sempre la stessa trappola, lo stesso circolo vizioso, un cerchio avente l’inizio e la fine corrispondente (com’è ovvio che sia) ma senza possibilità di intreccio con qualche altro cerchio e quindi senza la minima opportunità di cambiamento, anche se minimo.
Non si cambia mai.

"Potrei sperimentare che l’uomo, quando soffre, si fa una particolare idea del bene e del male, e cioè del bene che gli altri dovrebbero fargli e a cui egli pretende, come se dalle proprie sofferenze vi fosse abilitato. E se gli altri non gli fanno il bene quasi per dovere, egli li accusa e di tutto il male ch’egli fa quasi per diritto, facilmente si scusa.”
Luigi Pirandello - “Il fu Mattia Pascal” (via biancacomeillatteneracomelamorte)
©